LA COPPA DELLA STAMPA A SESTRIERE

Sestriere (Torino) - Solitamente dalle pagine dei quotidiani o siti per cui lavorano ci fanno rivivere le straordinarie emozioni che soltanto il ciclismo è in grado di regalare. Domenica 19 luglio saranno invece loro i protagonisti delle storie di pedali e passione che riserverà la Granfondo Sestriere Colle delle Finestre, quest'anno valida per l'assegnazione della Coppa della Stampa, campionato italiano giornalisti specialità Granfondo.

La prova tricolore da ormai venti anni premia i giornalisti che si distinguono anche in sella alla bicicletta, misurandosi con gli altri colleghi in alcune della più belle granfondo del panorama nazionale.

Un legame solido che affonda le radici nella storia quello dei giornalisti con il mondo del ciclismo pedalato. "Le prima gare di ciclismo tra giornalisti risalgono al periodo che va dal 1895 al 1890 - afferma Roberto Ronchi presidente dell'Associazione Giornalisti Ciclisti Italiani, che conta 250 soci, e del WPCC, il comitato che dà vita al campionato del mondo giornalisti ciclisti - ben prima della nascita dei più importanti giri a tappe. Nel 1910 fu assegnato, a Salsomaggiore, il primo titolo italiano giornalisti. Nei primi anni vennero assegnati solo i titoli della prova su strada, poi vista la crescente partecipazione venne introdotta la cronocoppie e dal 2000 il campionato italiano granfondo. Dall'inizio del secondo millennio infatti la Coppa della Stampa premia i tricolori granfondo, mentre il Trofeo AGCI premia ogni anno il miglior giornalista ciclista. Sino al 2016 la Coppa della Stampa assegnava il titolo agli iscritti ai due albo (Professionisti e Pubblicisti). Dall'anno seguente invece i partecipanti sono suddivisi in due fasce Under 50 e Over 50”.

Sarà la mitica ascesa del Colle delle Finestre a decretare il nome dei due vincitori della prestigiosa Coppa della Stampa 2020

Noi ti regaliamo emozioni ❤️ tu vivile con passione

 

 


Print   Email